POLITICA - 15 maggio 2017

CELANO: RIMPASTO NELLA GIUNTA COMUNALE

Dopo le dimissioni di Filippo Piccone dalla carica di vicesindaco, il sindaco Santilli ha varato il nuovo esecutivo comunale.

Chi entra e chi esce:
al posto di Filippo Piccone, alla carica di vicesindaco è stato indicato Ezio Ciciotti.
L’accordo, nella maggioranza che governa il Comune di Celano, prevede che la carica di vicesindaco debba essere esercitata a rotazione tra i componenti della stessa Giunta.
Filippo Piccone, dunque, esce dalla Giunta e gli subentra Cinzia Contestabile.


COMUNICATO DELL'UFFICIO STAMPA DEL COMUNE

Il rilancio dell’attività amministrativa, innanzitutto, per il bene della Città.

Con questo obiettivo si è concluso il giro di “consultazioni” all’interno dell’Amministrazione Comunale che, seppur con qualche fisiologica diversità di opinioni, ha assunto responsabilmente l’impegno di portare a compimento il progetto amministrativo e di procedere alla ricomposizione della Giunta comunale.

Si è addivenuti pertanto alla costituzione della Giunta Comunale composta dal Sindaco Settimio Santilli e dagli assessori Ezio Ciciotti, Cinzia Contestabile, Domenico Fidanza, Eliana Morgante e Angela Taccone.

Il ruolo di vice sindaco verrà ricoperto a rotazione e vedrà coinvolti tutti gli amministratori, con una turnazione dinamica e propositiva, a partire da Ezio Ciciotti. La stessa procedura di rotazione dei componenti verrà ugualmente applicata anche ai membri della Giunta Comunale, secondo il principio in base al quale a tutti i consiglieri sia data l’opportunità di effettuare un’esperienza importante e qualificante nei principali organi istituzionali ed amministrativi.

Il nuovo assetto dell’esecutivo è il risultato di un confronto aperto e sereno che ha avuto come filo conduttore l’intendimento comune di mettere da parte le diversità di vedute che, comunque, fanno parte di una normale dialettica democratica e di concentrarsi invece sugli obiettivi generali per portare avanti con grande senso di responsabilità da parte di tutti i tanti progetti già avviati dall’attuale amministrazione.

Nell’ottica di una maggiore incisività dell’operato amministrativo, il Sindaco ha chiesto ai singoli consiglieri un maggior coinvolgimento nelle loro attività di mandato e nelle rispettive competenze, con la prerogativa, che la carica gli concede, di verificare sistematicamente l’operatività degli amministratori tutti per il bene della città.